zoom

Comparse specializzate per la nuova fiction “Intelligence”

La fiction più costosa di tutti i tempi prodotta in Italia, regia di Alexis Sweet, è partita lo scorso lunedì e andrà in onda per altre 5 settimane.

Raoul Bova è Marco Tancredi, un ex militare che verrà ingaggiato dai servizi segreti in seguito all’assassinio di sua moglie che solo apparentemente è casuale. Fiction ispirata, com’è tradizione delle produzioni Taodue, a fatti realmente accaduti in Italia.

Ben 20 milioni di Euro, 36 settimane di riprese, 30 elicotteri, un migliaio di mezzi, location in tutto il mondo che spaziano dalla Tunisia, al Deserto dello Yemen, dalla Romania alla Svizzera, Siria e Italia tra Roma e Torino.

500 stuntman impiegati per le scene d’azione e comparse scelte e selezionate anche tra i gruppi di Softair per avere un contributo notevole al realismo data la precisione con la quale questi gruppi di soft-gunners ricercano e ripropongono durante i loro game: dalla corrispondenza dei loro equipaggiamenti alle tattiche militari che mettono in atto e le posture: una ricerca quasi maniacale utilissima per le scene d’azione.

Durante le riprese svoltesi a Torino nel settembre 2008, la produzione ha contatto tra gli altri il Raigeki SAT , uno dei migliori gruppi di softair del torinese, per richiedere la loro collaborazione come comparse all’interno della nuova fiction per la loro dimestichezza con le armi (giocattoli elettrici, denominati ASG – Air Soft Gun), particolare ricercato con attenzione nella realizzazione delle scene d’azione.

Il gruppo è composto da più di 20 persone e dopo una consultazione tra i soci sono state selezionate quattro persone per prendere parte alle riprese che si sono svolte in un’unica giornata presso il Lingotto, vedendo gli elementi del Raigeki SAT impegnati in situazioni nei panni di agenti oppure di autisti ed infine ad una delle scene clou del film, che vedremo prossimamente, con l’attore Raoul Bova impersonando parte della scorta.

Il gruppo si addestra e svolge le amichevoli con altri team in un’area di gioco nella nella prima cintura Nord di Torino, all’interno di una cava tutt’ora in funzione, cortesemente concessa dal proprietario nei giorni festivi; è un’area caratterizzata da grandi spazi aperti e numerose “dune” di ghiaia e sabbia che simulano le dune desertiche, varie strade sterrate si snodano poi lungo il campo di gioco da un’area boschiva limitrofa fino ad arrivare alle sponde del Po.

Proprio in quest’area e durante un recente game li abbiamo seguiti e documentato una delle loro azioni, dalla fase preparativa con lo studio del campo con tanto di mappe e gps, allo studio del piano di attacco fino all’imboscata finale, gestita ed organizzata al meglio anche grazie all’ausilio di radio, laringofoni e puntatori laser, il tutto sempre per non scordare la meticolosità con la quale preparano ogni singola azione di questo sport.

Vedi l’articolo su CronacaQui – Torino

Comments are closed.

comments-bottom

Featured Photos

thumbnail
Bala Boluk, Afghanis... Posted by author icon admin dic 16th, 2012 | no responses
thumbnail
KFOR – Ricogni... Posted by author icon admin set 25th, 2012 | 3 responses
thumbnail
KFOR – I Lagun... Posted by author icon admin set 18th, 2012 | 3 responses

Random Photos

thumbnail
Reportage – G8... Posted by author icon admin mag 10th, 2009 | no responses
thumbnail
Calendario 2011 R... Posted by author icon admin set 27th, 2011 | no responses
thumbnail
Luciana Littizzetto ... Posted by author icon admin mag 6th, 2010 | no responses

Top Rated

thumbnail
Reportage – In... Posted by author icon admin
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading ... Loading ...
thumbnail
Backstage Documentar... Posted by author icon admin
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading ... Loading ...
thumbnail
Models Martina... Posted by author icon admin
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading ... Loading ...