zoom

“Come abbattere il muro di gomma” Convegno

STRAGE DI USTICA – 27 GIUGNO 1980

Bologna 25 giugno 2010. Cappella Farenese – Palazzo d’Accursio

in collaborazione con Democratica. Scuola di politica

Una giornata di studio che ha visto la partecipazione di rappresentanti del mondo politico e della società civile. Si è trattato di un vero e proprio confronto per capire cosa è stato fatto in questi trent’anni per fare piena luce sulla tragica vicenda. Una vicenda che ancora una volta chiama in causa la politica, il governo italiano e quello degli altri Paesi coinvolti nella strage. Alla base di tutto la ricerca della verità. Quella verità negata e che impedisce di arrivare ai nomi dei responsabili della strage. Oltre agli interventi di Daria Bonfietti, presidente dell’associazione vittime, della sociologa Gabriella Turnaturi e del professore di storia contemporanea, Giovanni De Luna. Anche quelli di Stefano Rodotà, che nel 1986 insieme a un gruppo di intellettuali, firmò un appello al capo dello Stato per fare luce sulla strage, e di Walter Veltroni. Mentre l’ex ministro Giuseppe Pisanu e Pierferdinando Casini, ex vicepresidente della Commissione stragi, sono rispettivamente intervenuti, il primo al telefono e il secondo con un video messaggio inviato appositamente per l’occasione. “A trent’anni di distanza non ci sono più o si sono molto attenuate le ragioni di Stato, dello Stato italiano e di eventuali Stati esteri, che possano impedirci di accertare la verità su Ustica. E penso anche che questa verità dobbiamo cercarla soprattutto riflettendo sulle ipotesi contenute nella scrupolosa sentenza di Priore”, è il concetto esposto da Pisanu che ha concluso affermando che: “La verità è l’unico risarcimento che possiamo immaginare”. Da parte sua Casini ha invece, dato la propria disponibilità a lavorare in Parlamento, insieme all’opposizione, per quel ‘pressing’ politico tanto agognato. Daria Bonfietti, presidente dell’Associazione dei famigliari delle vittime ha affermato che: “sappiamo che il DC9 è stato abbattuto all’interno di un episodio di guerra aerea, si tratta oggi di dare solo i nomi ai responsabili”. Per Walter Veltroni: “attorno a questa vicenda c’è una coltre di mistero che è molto difficile diradare senza che ci sia un impegno da parte dei governi nei confronti dei partner internazionali per accertare cosa è accaduto quella notte”. Toni un pò polemici quelli di Rodotà. “Se fossero state vigenti talune norme, non sarebbe stato possibile fare nulla di ciò che si è fatto. Su questa storia sarebbe caduta una cortina di opacità e silenzio”, ha affermato il professore. “Mantenere i segreti determina un’impropria distribuzione del potere”, ha aggiunto rivolgendosi alle istituzioni.

(articolo tratto da DgTvOnline.com )

Comments are closed.

comments-bottom

Featured Photos

thumbnail
Bala Boluk, Afghanis... Posted by author icon admin dic 16th, 2012 | no responses
thumbnail
KFOR – Ricogni... Posted by author icon admin set 25th, 2012 | 3 responses
thumbnail
KFOR – I Lagun... Posted by author icon admin set 18th, 2012 | 3 responses

Random Photos

thumbnail
Real Time – Al... Posted by author icon admin mag 20th, 2011 | no responses
thumbnail
Calendario 2009 R... Posted by author icon admin dic 8th, 2008 | no responses
thumbnail
Fotografo per book f... Posted by author icon admin dic 19th, 2011 | no responses

Top Rated

thumbnail
Reportage – In... Posted by author icon admin
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading ... Loading ...
thumbnail
Backstage Documentar... Posted by author icon admin
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading ... Loading ...
thumbnail
Models Martina... Posted by author icon admin
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading ... Loading ...