Categorie
Blog

2 Giugno, 2 Marò, 52 vite, 10 Frecce Tricolori e 200 mila Euro…

di Alberto AlpozziFotoreporter Torino

frecce_tricolori_2giugno_alpozziLa maggioranza è silenziosa, sventola bandiere e cappellini lungo i Fori Imperiali, attende con impazienza e trepidazione la parata del 2 giugno, festa della Repubblica. Ogni bambino batte le mani con gli occhi lucidi. Vi è, in ogni ricorrenza con le Forze Armate, più folla che durante qualsiasi altra manifestazione chiassosa e disordinata che di ideali ne ha ben pochi se non quello di dividere gli italiani dietro “bandierine” multicolori che nulla hanno a che fare con la nostra identità. Quella identità che invece il tricolore racchiude, unisce e richiama migliaia di persone per veder sfilare nella propria città i nostri ragazzi, italiani, ebbene si i SOLDATI. Tutti uniti che ci uniscono sotto la stessa bandiera, il nostro tricolore, loro che vi riconoscono la Patria e non solo lo stato. Loro che sono i nostri migliori ambasciatori all’estero. Loro che sono i primi ad intervenire in situazioni di crisi come terremoti e inondazioni. Loro che lavorano in silenzio lontano dai riflettori, loro che non fanno scioperi, loro che non scendono in piazza.

Eppure c’è chi ritiene che le nostre eccellenze non lo riguardino, c’è chi ritiene che il nostro orgoglio non debba essere un vanto, c’è chi ritiene che la pace sia appannaggio solo di alcuni, c’è chi ritiene che risparmiare circa 200 mila euro non facendo volare le Frecce Tricolori sia giusto, c’è chi scorda che sono caduti 52 nostri italiani, sul lavoro, distanti da casa. C’è chi ritiene che quei morti non abbiano pari dignità di tutti gli altri morti sul lavoro. C’è chi deve politicizzare tutto, c’è chi deve portare ogni suo gesto sotto una bandiera, la bandiera della divisione, che non è certo quel tricolore che ieri non abbiamo visto disegnato nel cielo della capitale che invece ci unisce tutti, ci identifica come Italiani.

Siamo al risparmio, spending review, risparmiamo sui mezzi da portare in rivista, quegli stessi Lince prodotti dalla nostrana Iveco che sono un vanto (chiedetelo a Inglesi, Russi e Turchi) e salvano le vite dei nostri ragazzi in Afghanistan, risparmiamo sulle Frecce Tricolori, risparmiano sulle parole non spese per Massimiliano La Torre e Salvatore Girone, ancora trattenuti in India per una questione non ancora chiarita, risparmiano sui feriti ma soprattutto risparmiamo sulla dignità e i sentimenti di un paese che ancora tentenna nel mostrare le sue eccellenze che da sempre ci invidiano in tutto il pianeta.

Nascondiamoci, noi maggioranza, per non rendere infelice quella minoranza chiassosa che ha fatto della divisione la sua bandiera che sventola sempre come un trofeo di cartapesta.

Ieri era il 2 giugno, festa della Repubblica? Della democrazia? Quindi della maggioranza? A me non è sembrato proprio…


ARTICOLI CORRELATI – Notizie dall’Afghanistan

  1. In Afghanistan ho trovato la parte migliore dell’Italia
  2. Un fotoreporter torinese in Afghanistan

  3. Natale a Herat tra i Marò

  4. Fotografare il Natale a Herat

  5. L’uomo che insegna agli afghani come volare

  6. Beneficenza “L’Italia per l’Afghanistan”

  7. Afghanistan, slightly in focus

  8. L’orfanotrofio di Herat, le fotografie e una serata di beneficenza

  9. Reporter di guerra in Afghanistan

  10. La Missione Kfor

  11. Kfor – Torinesi in missione

  12. Unifil – Il lato umano delle missioni

  13. Esercito italiano – Missioni militari all’estero

  14. Diario Afghano

  15. News Afghanistan – Dicembre 2012

Categorie
Featured Articles Foto Eventi

Feste in Italia

SERVIZI FOTOGRAFICI PROFESSIONALI TORINO – BOOK E COMPOSIT – FOTO e VIDEO

di Alberto Alpozzi Fotografo a Torino – Studio Fotografico a Torino

Le feste italiane in collaborazione con Alessia Trombetta e il make-up di Isela Lizano e Loris Roselli.

Natale 25 dicembre , Befana 6 gennaio, San Valentino 14 febbraio, Carnevale febbraio, festa della donna 8 marzo, pasqua, 150 anni unità d’Italia, l’ora della terra, festa del papà 19 marzo, pesce d’aprile 1° aprile, festa della liberazione 25 aprile, festa della mamma maggio, festa del lavoro 1° maggio, festa della repubblica 2 giugno e molte altre a venire…

[nggallery id=132]

Guarda qui la diffusione su tv e giornali dei lavori realizzati sulle feste in Italia:

– BEFANA: “Alessia, la sexy Befana torinese negli scatti di Alberto Alpozzi” su Cronaca Qui – Torino

– CARNEVALE: “Il Carnevale secondo Alberto Alpozzi” su Cronaca Qui – Torino

– FESTA DELLA DONNA: “La donna crocefissa di Alberto Alpozzi” su Harim Network – “La festa della donna secondo il fotografo torinese Albero Alpozzi” su Cronaca Qui – Torino

– 150 ANNI UNITA’ D’ITALIA: “1861-2011, 150° Anniversario Unità d’Italia” su Però Torino – “W l’Italia (l’Italia liberata, metà giardino, metà galera)” su Harim Network – “Foto Tricolori” in televisione su Quartarete Tv

FESTA DELLA REPUBBLICA: “2 giugno: festa del voto alle donne” su Però Torino

Categorie
Blog

2 Giugno – Festa della Repubblica Italiana

2_giugno_FB

2 Giugno – Festa della Repubblica

A ricordo della nascita della Repubblica la Festa della Repubblica Italiana viene celebrata il 2 giugno, grazie al Presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi, che nel 2001, con la legge n. 336 del 20 novembre 2000, riportò le celebrazioni ad essere nuovamente giorno festivo, dopo la legge del 5 marzo 1977, n.54 che, a causa della crisi economica, l’aveva spostata alla prima domenica di giugno.

Il 2 e il 3 giugno 1946 vi fu infatti il referendum istituzionale indetto a suffragio universale, per la seconda volta in Italia infatti votarono anche le donne (la prima fu per le elezioni amministrative del marzo-aprile 1946) grazie al decreto legislativo luogotenenziale del 2 febbraio 1945 n. 23. Gli italiani devettore decidere tra la monarchia o la repubblica e votare inoltre l’Assemblea Costituente. Dopo 85 anni di regno di casa Savoia, con 12.718.641 voti contro 10.718.502 l’Italia divenne repubblica.

– Vedi anche l’articolo: 2 Giugno Festa della Repubblica – Torino

– Vedi anche l’articolo su PERO’ TORINO: 2 giugno: festa del voto alle donne

Categorie
Blog

2 Giugno Festa della Repubblica – Torino

2_giugnoPer il 64° Anniversario della Repubblica Italiana a Torino, come ogni anno, sono state organizzate una serie di iniziative in collaborazione con il Comando della Regione Militare Nord dell’Esercito Italiano e la Prefettura di Torino.

Alla presenza del Sindaco di Torino, delle autorità cittadine e militari, mercoledì 2 giugno alle ore 10.00 in piazza Castello vi sarà la Cerimonia dell’Alza Bandiera mentre alle ore 18.00 l’Ammaina Bandiera.

Presso l‘Auditorium Rai, alle ore 11.00, alla presenza del Prefetto verranno consegnate le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana e delle medaglie d’onore ai cittadini italiani e loro famigliari deportati durante il secondo conflitto mondiale.

In piazza San Carlo, alle ore 21.30, vi sarà il concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta da Stefan Anton Reck, interamente dedicato a L.Van Beethoven, in collaborazione con il Comitato Italia 150, città di Torino e organizzato dal Consiglio Regionale del Piemonte.

Vedi anche l’articolo “Festa della Repubblica Italiana”

Categorie
Featured Articles Foto Esercito Italiano Reportage

2 Giugno – Festa della Repubblica – Torino

Ogni 2 giugno si svolgono a Torino in piazza Castello le celebrazioni per l’Anniversario della Proclamazione della Repubblica. La cerimonia dell’alzabandiera, che rinnova ogni anno il festoso incontro tra il Paese e le Forze Armate, è avvenuta alle ore 10.00 in Piazza Castello, alla presenza delle più alte Autorità civili e militari della città.

Il servizio d’onore si è svolto, alla presenza della Bandiera della Scuola di Applicazione e Istituto di Studi Militari dell’Esercito, da un Reparto formazione costituito da Ufficiali Allievi della stessa Scuola, Alpini della Brigata “Taurinense”, Carabinieri del Comando Regione “Piemonte e Valle d’Aosta, Finanzieri del Comando Regionale “Piemonte” ed Agenti della Polizia di Stato, del Corpo di Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato. Le note dell’Inno Nazionale sono state intonate dalla Banda Musicale del Corpo di Polizia Municipale della Città di Torino. Nel corso della Cerimonia è stato letto il messaggio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Al termine della cerimonia, alle ore 11.00, nei locali dell’Auditorium RAI di Piazza Rossaro, il Prefetto di Torino dott. Paolo Padoin con le Autorità cittadine ha provveduto alla consegna delle Onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica.

Alle ore 18.00, in piazza Castello, è in programma la cerimonia dell’ammainabandiera che concluderà le celebrazioni.

Vedi TUTTE le foto su Facebook

[nggallery id=78]