Categorie
Featured Articles Foto Afghanistan Foto Esercito Italiano

Reportage – Fucilieri dell’aria, Herat

di Alberto Alpozzi Fotografo a Torino – Studio Fotografico a Torino

AFGHANISTAN NEWS – Il Battaglione fucilieri dell’aria è un reparto dell’Aeronautica Militare che si occupa di proteggere le installazioni militari a terra, sia in Italia che all’estero. Il battaglione ha sede a Martina Franca e dipende dal 16º Stormo protezione delle forze. (fonte Wikipedia)

I fucilieri dell’aria in forza al 9° stormo di Grazzanise e al 16° stormo di Martina Franca attualmente in Afghanistan, hanno il compito di compiere pattuglie cadenzate, notturne e diurne e di scortare il personale nell’area di Herat, fino ad esempio al Regional Training Center di Herat. (dall’articolo “Afghanistan: in pattuglia su un Lince con i fucilieri dell’aria come angeli custodi” di Ebe Pierini)

Clicca su MI PIACE nella mia pagina Facebook e aggiungimi tra i tuoi contatti di GOOGLE+

[nggallery id=158]

Categorie
Featured Articles Foto Afghanistan Foto Esercito Italiano

Reportage – Natale a Camp Arena, Herat – Afghanistan

di Alberto Alpozzi Fotografo a Torino – Studio Fotografico a Torino

AFGHANISTAN NEWS – dall’articolo “Herat: i militari italiani regalano doni ai bimbi afghani” di Ebe Pierini – Italnews

“[…] Fanno tenerezza, strappano un sorriso questi bambini che timidi e silenziosi entrano nella grande sala 150. Alcuni si tengono per mano, altri sono un po’ smarriti e cercano lo sguardo rassicurante dei genitori. Hanno lo sguardo puro di chi sa ancora gioire delle piccole cose, hanno gli occhi che brillano per la meraviglia e lo stupore. Una bambina indossa l’abito tradizionale di velluto e ricami dorati e sembra una bambola antica e fragile. Altri camminano un po’ impacciati in minuscoli ma elegantissimi completi di giacca e pantalone. Alcune bimbe coprono il capo con coloratissime pashmine. […] Per i bambini viene allestita una tavola con dolci di tutti i tipi. La prendono d’assalto e si tuffano sui biscotti al cioccolato, sul dolcetti di ogni tipo. Le tasche dei vestiti piene di dolcetti come le guance di uno scoiattolo rigonfie di noccioline. Così timidi da nasconderli per la paura di assaggiarli. Sono così teneri che commuovono. Così semplici, così spontanei, così puri che sembrano personaggi usciti da una fiaba. Invece vivono in Afghanistan e di questo Paese hanno ereditato la fierezza. […] Leggi qui tutto l’articolo

[nggallery id=152]

dall’articolo “Natale a Herat: i soldati italiani festeggiano con i bambini afgani” di G. Pelosi – Il Sole 24 ore

“[…] quella di oggi è, per il colonnello Parrotta, un giorno molto particolare. Sale sul palco del teatro nel settore italiano di Camp Arena per un’occasione unica. Improvvisa un piccolo spettacolo di magia per i bambini figli dei lavoratori afgani della base. Un centinaio di ragazzini che sgranano gli occhi davanti alla scomparsa di soldi, corde, piccoli trucchi che incantano i bambini afgani. Entrando nel teatro avevano guardato quasi con meraviglia il presepe improvvisato nella piazza Italia e poi, alla fine, applaudono il coro natalizio della brigata Sassari avventandosi subito dopo sul buffet dei dolci e sui regali consegnati dai militari, primo fra tutti il generale Luciano Portolano, comandante della Sassari che guida attualmente il contingente di 4200 uomini in Afghanistan. […]” Leggi qui tutto l’articolo

[nggallery id=153]

dall’articolo “Natale in Afghanistan per 4.200 militari italiani” di Ebe Pierini – Italnews

“[…]In centinaia si assiepano nell’hangar nel quale è stato allestito un piccolo altare e dove il cappellano militare, don Gianmario Piga, celebra la messa. Dietro l’altare un albero di Natale addobbato con le letterine scritte dai bambini sardi e afgani ai soldati in missione. “Ma perché se fare il militare ti costringe ad andare sempre via da casa e dalla tua famiglia non cambi lavoro?” chiede, tra le righe della sua missiva, una bambina. “Caro soldato, ho perso il mio elicottero telecomandato. Non è che per caso tu che sei in missione lo ha ritrovato?” scrive un altro bambino. Strappano un sorriso questi messaggi. Ti riscaldano il cuore.[…]” Leggi qui tutto l’articolo

Clicca su MI PIACE nella mia pagina Facebook e aggiungimi tra i tuoi contatti di GOOGLE+

[nggallery id=154]