Categorie
Blog

Corsi di Fotografia Digitale 2017 – Torino

CORSI DI FOTOGRAFIA A TORINO 2017 – CORSO DI FOTOGRAFIA REFLEX – CORSI BASE DI FOTOGRAFIA

Tecnica e Teoria della fotografia digitale, corsi individuali o per piccoli gruppi di fotografia per fotoamatori e fotografi attivi tutto l’anno.

Lezioni di fotografia da Lunedì a Venerdì dalle 10.00 alle 20.00. Scegli il giorno e l’ora e te più comodi!

ENTRA SU FACEBOOK E CLICCA “MI PIACE” NELLA PAGINA “CORSO DI FOTOGRAFIA TORINO”

corso-fotografia-digitale-torinoCorso di Fotografia Base: € 200.00 per 12 ore di lezione, divise in 6 lezioni di cui 4 lezioni di teoria in studio e 2 lezioni di pratica in esterna. Clicca qui per approfondire

Corso di Fotografia Intermedio: € 200.00 per 12 ore di lezione, divise in 6 lezioni di cui 4 lezioni di teoria in studio e 2 lezioni di pratica in esterna. Clicca qui per approfondire

corso-fotografia-digitale-torino-2Corso di Fotografia Avanzato: € 200.00 per 8 ore di lezione, divise in 4 lezioni di cui 2 lezioni di teoria in studio e 2 lezioni di pratica in esterna. Clicca qui per approfondire

Corso di Fotografia Tematico: € 100.00 per 4 ore di lezione, divise in 2 lezioni di cui 1 lezione di teoria in studio e 1 lezione di pratica in esterna. Clicca qui per approfondire

Tutti i corsi fotografici vengono tenuti dal fotogiornalista Alberto Alpozzi, attualmente docente di Fotografia presso il Politecnico di Torino, con esperienze in aree di crisi come Afghanistan, Kosovo, Libano e Golfo di Aden.

ENTRA SU FACEBOOK E CLICCA “MI PIACE” NELLA PAGINA “CORSO DI FOTOGRAFIA TORINO”

PER INFORMAZIONI e CONTATTI:

alpozzi_fotografo_torino2STUDIO FOTOGRAFICO TORINO in Via San Secondo 96/c (tra corso Turati e corso Re Umberto), piano terra. Guarda la mappa

Chiamami al +39 011.50.17.00 / +39 338.91.07.608     Cercami su Google Maps

per info clicca qui per mandare una mail – info@albertoalpozzi.it –

oppure anche su Facebook nel gruppo “Corso di Fotografia Torino”

Cerchi un corso di fotografia digitale gratuito?

Apprendi le nozioni base della tecnica fotografica con un mini corso on-line. Clicca qui


Categorie
Blog

La capacità di pensiero uccisa dalla fotografia digitale?

Le fotocamere digitali hanno ucciso la Fotografia?

di Alberto Alpozzi – Fotografo Torino

la fotografia digitale
Pune, India - Slum

La Fotografia non è solo un click, è necessaria la sensibilità – non lo strumento – per creare quelle immagini che chiamiamo comunemente Fotografie.

Quello che fa la differenza è il pensiero dell’uomo che utilizza lo strumento (con le dovute conoscenze tecniche) attraverso il quale si vuole raggiungere un risultato e non la mera documentazione a 360° di tutto ciò che ci si para davanti.

L’eccesso di possibilità digitali, con videofonini e reflex a buon mercato, sta cancellando l’atto creativo in virtù di un’esagerata pigrizia mentale dove tutto viene documentato e copiato su migliaia di files digitali e condivisi in rete che nulla hanno da comunicare se non la copia della copia della copia di quello che vediamo tutti quotidianamente.

Alberto Alpozzi Fotografo è anche su Facebook – Clicca MI PIACE qui

la fotografia digitale2
Herat, Afghanistan - Carcere femminile

Ogni cosa, luogo ed evento vengono banalizzati, abbassati alla mera copia della realtà che tutti noi viviamo e vediamo (mentre il fotografo deve osservarla e reinterpretarla) cancellando quel gesto di creazione che è alla base di ogni comunicazione.

La velocità di esecuzione e la possibilità di infiniti click hanno azzerato il tempo del pensiero, quel tempo che è alla base di ogni Fotografia ben realizzata dopo attenta analisi del fine per il quale la stiamo creando; il tempo ci donava la possibilità di osservare e pensare, oggi invece la frenetica voglia di condivisione ha azzerato questo dono che ci permetteva di distinguerci da una fotocopiatrice.

Entra nella pagina Facebook “Fotografia e Reportage” e clicca MI PIACE

Al Bazuryh, Libano - Medical Care
Al Bazuryh, Libano - Medical Care

Il digitale non ha distrutto la Fotografia, sta solo creando un nuovo modo di “vedere” il mondo e di raccontarlo, solo si deve fare molta attenzione a non porre sullo stesso piano immagini di critica sociale con feste alcoliche in discoteca e considerare che Fotografo non è chi scatta fotografie ma chi crea IMMAGINI, siano esse ancora a pellicola o in digitale, perché è il pensiero a monte dell’atto creativo che fa la differenza e non lo strumento che oggi potrebbe essere utilizzato da qualunque essere vivente che pigia un tasto anche casualmente.

Il digitale non ha distrutto il mondo dei Fotografi ma gli sta dando la vera occasione di differenziarsi dalla massa quali creatori di IMMAGINI, di far apprezzare maggiormente le capacità comunicative e interpretative contro la vacuità dei fotocopiatori della quotidianità.

Il digitale non ha distrutto la “magia” della Fotografia, perché non è il supporto – pellicola o card – a creare le IMMAGINI ma il nostro cervello, quindi trincerarsi dietro al vecchio stile è controproducente perché la fotografia è in evoluzione, come gli esseri viventi, e solo la capacità di adattamento permette la sopravvivenza.